Un elemento importante

La sicurezza sul lavoro è una materia estremamente delicata, che merita di essere trattata con le dovute accortezze, in ragione della rilevante importanza che le normative nazionali ed internazionali riconoscono alla tutela della salute e dell’incolumità dei dipendenti di aziende e società. La Legge sulla sicurezza nei luoghi di lavoro ha identificato, in capo alle imprese che registrano almeno un dipendente, l’obbligo di predisporre il cosiddetto Documento di Valutazione dei Rischi, meglio noto con l’acronimo DVR. Il soggetto che assolve questo compito dimostra alle autorità di controllo preposte di aver valutato con attenzione tutti i rischi presenti sul luogo di lavoro.

La CBF Laboratori (tel. 0744/1923202), società con sede in Via dello Scalo n. 6, a Montecastrilli (TR), permette ai clienti di prendere contatti con il Medico Competente, un soggetto che assicura la correttezza dell’azienda dal punto di vista della sicurezza e collabora con il titolare all’elaborazione del DVR.

Requisiti tecnici

 Il documento di valutazione dei rischi è una sorta di mappa, che individua, con estrema precisione, tutti i potenziali rischi per la salute e la sicurezza di ciascun lavoratore. Il DVR può essere redatto in forma cartacea o elettronica e deve contenere quelli che sono considerati, per legge, alcuni requisiti indispensabili.

In primis il documento deve descrivere l’azienda, allegando una pianta dell’intera struttura. A questa si aggiungono le caratteristiche del terreno su cui sorge l’impresa e un dettagliato elenco di tutti le macchine, le attrezzature e gli impianti utilizzati o, comunque, accessibili dal lavoratore dipendente. Terminata la descrizione fisica dell’azienda, al datore di lavoro resta il compito di descrivere le attività aziendali, specificando le lavorazioni eseguite e le mansioni svolte da ciascun operaio o dipendente. Al quadro generale si aggiunge anche la lista di tutta la strumentazione coinvolta nel processo produttivo, con particolare riferimento alle macchine e alle sostanze pericolose impiegate nelle varie fasi di lavorazione. Da ultimo, nessun documento di valutazione dei rischi può dirsi completo senza la compilazione fedele di un elenco contenente nomi e cognomi di tutti i lavoratori dello stabilimento, da aggiornare in tempo reale con qualunque novità o modifica.

L’importanza del Documento Valutazione Rischi

Il DVR è divenuto un elemento indispensabile per l’attività aziendale, perché consente ai vertici una adeguata gestione della sicurezza dello stabilimento, predisponendo, allo stesso tempo, tutte le misure utili al controllo e alla prevenzione dei rischi. Alla luce delle osservazioni contenute nel documento di valutazione dei rischi, il datore di lavoro ha il compito di provvedere alla formazione del personale aziendale circa i rischi e le manovre di salvataggio. Inoltre, proprio grazie a quanto emerso durante le operazioni di elaborazione del DVR, il soggetto titolare dell’azienda ha la possibilità di valutare ogni prevedibile risvolto pratico dei rischi, così da predisporre l’organizzazione e i mezzi necessari a delineare ogni tipo di misura preventiva.

All’interno del documento di valutazione dei rischi, particolare attenzione viene riservata anche ai macchinari da lavoro, considerati uno degli elementi più pericolosi nel contesto aziendale. Le procedure fin qui descritte sono, come già anticipato, obbligatorie e non delegabili. Nonostante questo, il titolare dell’attività può decidere di richiedere l’assistenza di professionisti esterni all’azienda, come quelli che da anni lavorano per conto della CBF Laboratori. Chi si rivolge agli esperti della società specializzata sa di poter contare sulla competenza di un team professionale e disponibile.

documento di valutazione dei rischi